Vent'anni di Energee3.
Oggi soffiamo sulle prime venti candeline

20° di Energee3, stasera tavola rotonda su innovazione e Data Valley con il Presidente della Regione Bonaccini.

Era il 2002 quando iniziava la nostra avventura nel mondo dell’ICT e dei servizi digitali alle imprese e alle organizzazioni.

Sono stati 20 anni di progetti, ricerca, soluzioni e innovazione tecnologica trascorsi in un soffio. Eravamo piccoli e, a suon di idee abbastanza chiare, di impegno verso i bisogni dei clienti e della collettività, e di aggiornamenti “strutturali” per darci un’identità forte e una missione (oltre che una governance) al passo con i tempi, siamo cresciuti insieme alle aziende che scegliendoci ci hanno dato fiducia e ai tanti addetti e collaboratori che sono stati al nostro fianco in questa incessante e stimolante sfida a fare meglio, rendendo la nostra realtà sempre più competitiva e attrezzata per affrontare un futuro non sempre facile da decifrare e ancora tutto da scrivere.

Una bandierina storica quella delle prime venti candeline. Un “traguardo” raggiunto passo dopo passo, un gradino alla volta, e che va festeggiato o almeno ricordato. Per questo abbiamo deciso di dedicare all’ anniversario tondo tondo una serata che si terrà oggi, 25 novembre sulle colline di Reggio Emilia. Momento clou dell’appuntamento sarà una tavola rotonda sull’innovazione digitale e la Data Valley, con annessa presentazione del libro “Essere DG” di Gianluca Mazzini (Edizioni thedotcompany 2022). Oltre a Mazzini, Direttore Generale della bolognese Lepida interverranno, in dialogo tra loro, Renzo Giovanni Avesani (Chief Innovation Officer di Unipol Gruppo e AD di Leithà, società che fa capo al colosso assicurativo e finanziario con base in Emilia), Armando Sternieri (AD di Energee3) e il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, da poco rientrato dagli Stati Uniti, dove ha visitato alcune delle più importanti e innovative realtà della Silicon Valley, il cuore high tech del mondo, incontrando anche il gruppo che produce i microprocessori del supercomputer Leonardo, il quarto più veloce al mondo, che è stato inaugurato proprio ieri, giovedì 24 novembre, al Tecnopolo di Bologna in presenza nientemeno che del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“In realtà non vogliamo celebrare chissà quale traguardo – spiega Sternieri, che oltre a essere imprenditore è anche docente universitario nonché presidente dell’istituto musicale reggiano Peri- Merulo – proprio perché questi 20 anni sono per noi solo un punto di partenza. Abbiamo le nostre radici piantate sullo ieri, con la casa editrice (Edizioni Thedotcompany, in forza al Gruppo Energee3 – ndr) che ci permette di approfondire tematiche fondamentali e a noi care, e abbiamo l’oggi, con le testate giornalistiche (la nazionale Thedotcultura, ultima nata, quindi le regionali StampToscana e 7per24 – ndr) grazie alle quali indaghiamo il presente. Lo sguardo sul passato e l’attenzione al presente, insieme, ci consentono di immaginare il domani e dunque di progettare i nostri futuri servizi di digital tranformation. C’è ancora tanto lavoro da fare, siamo solo
all’inizio…”.

L’incontro, su invito, sarà condotto dalla giornalista televisiva Federica Galli insieme all’esperto di innovazione Sergio Duretti, e sarà preceduto da un aperitivo di benvenuto e seguito da una cena light a buffet.